Giroud

ANALISI Milan-Genoa, un pareggio nel silenzio

In un clima surreale il Milan pareggia 3 a 3 contro il Genoa, la curva rossonera al 77′ effettua la miglior giocata della gara.

Nel match domenicale delle 18, il Milan attende a San Siro il Genoa dell’ex Gilardino. La partita per entrambe le compagini non ha nessuna posta in palio e dunque non sussistono motivazioni, se non quelle di protestare verso una società che vorrebbe accontentarsi.

Il primo tempo parte subito male, una follia di Tomori regala ai rossoblù il calcio di rigore che varrà l’1-0 siglato da Retegui. Il Diavolo poco dopo, dà qualche segnale di reazione, ma nulla di tanto eclatante, nel recupero però della prima frazione il solito Chukwueze trova Florenzi che pareggia la sfida prima del riposo.

Nel secondo tempo l’epilogo non cambia, un cross perfetto per un incornata altrettanto perfetta di Ekuban vale il momentaneo sorpasso dei liguri. Pioli si affida alla panchina e inizia a muovere un po’ di carte in tavola, inserendo su tutti Okafor al posto del fischiato Leao. Le palle gol non mancano, Giroud difatti se ne divora una non da lui e fa storcere sempre di più il naso a un San Siro già nero di suo. Il 2-2 però è solo una questione di tempo, il cross di Florenzi trova Gabbia che incorna e pareggia i conti. Più tardi Olivier Giroud si fa perdonare siglando il 3-2, perché uno come lui uno lo può anche sbagliare, due però, NO. Sembra fatta e invece no, nel finale un autogol di Thiaw stabilisce il 3 a 3 finale e divide un punto a testa.

fonte: acmilan.com

Parlando di campo e di singoli si salvano in pochi;

Bene il solito Chukwueze, Florenzi segna e fa assist, sufficiente anche Gabbia. Da horror invece in tanti; da Tomori, passando per i centrocampisti (Bennacer e Reijnders), senza dimenticare Leao, Pioli e un Giroud che non è più quello di una volta.

Partita caratterizzata come già detto in precedenza dallo scalpore fatto dal tifo organizzato rossonero, che probabilmente ha svolto la miglior giocata della sfida. Difatti al minuto 77′ la curva rossonera ha deciso di dare un altro pesante segnale abbandonando lo stadio. Il primo è stato lo sciopero di tifo adoperato durante la gara, mirato a ricordare alla società che Milano non si accontenta, mirato a ricordare a tutti chi siamo e dove dobbiamo ritornare.

Milan-Genoa, l’analisi del match.

LEGGI ANCHE: Milan, anche Galtier in lizza?

About the Author: Andrea Calsolaro

Published On: 6 Maggio 2024Tags: , , ,
Total Views: 40Daily Views: 2

Condividi sui social !

Seguici su Facebook

Fonte:acmilaninside.com

Collabora con noi

Scrivere è tua passione o hai esperienza nei social media ? Contattaci !

Seleziona ruolo di interesse *