7 Febbraio 2023

ACMILANINSIDE

DENTRO AL MONDO ROSSONERO

Zaniolo potrebbe essere una risorsa importante per il Milan in 3 modi

La dirigenza rossonera sembra provarci realmente per Nicolò Zaniolo. Dopo le recenti notizie sulla rottura tra il giocatore italiano e il club giallorosso, il Milan si è subito fatto spazio cercando di non lasciarsi sfuggire questa occasione. L’idea Zaniolo, però, non è nuova. Già in estate, infatti, era stato mostrato un certo interesse per il giocatore che poi è stato però “accantonato” per perseguire l’acquisto del belga Charles De Ketelaere. Oggi potrebbe essere un elemento in grado di svoltare la stagione. La distanza con la Roma, però, resta e la dirigenza rossonera dovrà fare uno sforzo per portare a Milano il giocatore classe 1999. Proprio Maldini, in seguito alla vittoria dello scudetto, aveva parlato così del calciomercato futuro: “Con due o tre acquisti importanti e il consolidamento dei giocatori che abbiamo possiamo competere per qualcosa di più grande”. Certamente, infatti, un esterno destro mancino di piede rappresentava fin dalla passata stagione una necessità per il Milan, ma Zaniolo potrebbe rappresentare anche di più.

3 idee tattiche: L’esterno della Roma, se in buone condizioni fisiche come dimostrato in questa stagione, potrebbe essere un vero e proprio jolly per il gioco di Pioli in modi differenti:

  1. La prima idea è quella di sostituirsi sulla fascia destra a Messias e Saelemaekers, rappresentando un’arma simile a Leao sulla fascia opposta. Potenza ed esplosività nell’attaccare la profondità, doti che mancano oggi ai due esterni già in rosa.
  2. Zaniolo potrebbe essere schierato da sottopunta alle spalle di Giroud o al suo fianco trasformando il suo 4-2-3-1 in un 4-4-2 più classico. Nel caso di un assenza di Leao, il modulo potrebbe essere anche un 4-3-1-2 che preveda la contemporanea presenza in campo sia di Charles De Ketelaere che dell’italiano.
  3. Infine, in caso di emergenza tattica, Zaniolo potrebbe anche essere adattato da prima punta, da falso 9 come già svolto in passato da Rebic che oggi è da considerare ad esempio in uscita. Lo ha fatto alla Roma, potrebbe farlo anche in Nazionale con Roberto Mancini che continua a puntare su di lui.
Facebook0
Facebook
4
Instagram