27 Novembre 2022

ACMILANINSIDE

DENTRO AL MONDO ROSSONERO

Sampdoria-Milan 1-2: rossoneri stoici

Un Milan stoico vince 2-1 in casa della Sampdoria dopo essere stato in 10 per gran parte del secondo tempo a causa dell’espulsione, super discutibile, di Leao. Nota di merito all’arbitro Fabbri, che peggio non poteva dirigere questa sfida.

Le pagelle

Maignan 6: forse non perfetto sul gol del pareggio di Djuricic, ma la parata su Gabbiadini e quella uscita in mezzo all’area di rigore al 93′ hanno di fatto chiuso la saracinesca rossonera per questa sera.

Calabria 6: deve tornare in condizione, e questa cosa si nota molto dai primi minuti di gioco dove non riesce bene a prendere le misure agli attacchi blucerchiati. Segnato il vantaggio con Messias, il capitano cambia marcia e finisce in crescendo la sua partita.

Kalulu 6.5: preciso e veloce. Oggi Pierre, nonostante un compagno di reparto diverso rispetto al solito, fa ancora una volta una partita sontuosa, stoppando ogni tipo di avanzata dei padroni di casa.

Kjaer 6.5: ad un anno dalla rottura del crociato, proprio in questo stadio qui, Simon sembra essere tornato ai suoi livelli. Forse solo in un paio di occasioni in ritardo, il vichingo danese ha comunque insegnato l’arte della difesa questa sera, vincendo praticamente ogni duello ingaggiato.

Theo 6.5: corre anche quando la squadra rimane in 10 non risparmiandosi affatto, proprio come solo un buon vice capitano sa fare. Non molla mai di un centimetro Leris, il francese si dimostra essere ancora una volta migliorato in fase difensiva.

Pobega 6: ottima la prestazione di Tommaso che, alla seconda da titolare con la maglia del Milan, crea e smista compiendo a pieno i compiti assegnategli da Stefano Pioli. (Dal 78′ Vranckx 6: ottimo l’esordio con la maglia del Milan di Aster. Gioca in un ruolo inedito per lui, ovvero alle spalle di Giroud, ma riesce comunque a creare densità in una zona di campo povera dall’espulsione di Leao.)

Tonali 7: lotta, corre, crea, attacca. Non c’è miglior regalo per il rinnovo che una bella vittoria del suo Milan. Fondamentali per gli schemi rossoneri, Sandro ha mostrato ancora una volta di essere una certezza in mezzo al campo.

Messias 6.5: segna il gol del vantaggio in una partita che già si sapeva poter essere complicata. La prestazione di oggi soddisfa molto di più Pioli e tutti i tifosi, ma c’è bisogno di continuità per riconquistare la titolarità. (Dal 59′ Tomori 6.5: entra in un momento della partita complicato, eppure Fik non sbaglia un colpo e si amalgama perfettamente con Pierre e Simon nei 3 di difesa, creando uno schema inusuale per il Milan.)

De Ketelaere 6: la prima gioia in rossonero è stata annullata per un fuorigioco geografico, a questo punto, di Oliveri Giroud. Oggi il belga però è sembrato essere molto più in partita, mostrando ad intermittenza alcune delle sue migliori qualità. Oggi non è andata, ma chissà se settimana prossima potrebbe essere quella giusta. (Dal 71′ Bennacer 6: prima dietro Giroud, poi al fianco di Tonali. Isma è un tutto fare, ma la sua dinamicità è oro per questo Milan.)

Leao 6.5: assist sul gol di Messias e suu quello poi annullato di CDK. Forse solo inventandosi un’espulsione la Samp poteva non affrontare questo giocatore che, per come aveva iniziato la partita, sembrava essere a dir poco “indiavolato”.

Giroud 7.5: segna il gol del vantaggio su un rigore che pesava più del dovuto ed è uno degli artefici dell’azione del gol di Messias. Fa strano pensare che oggi quest’uomo qui doveva rimanere in panchina per fare spazio a Origi.

Pioli 6.5: si rende conto della difficoltà della sfida e prepara al meglio i ragazzi. Nonostante l’handicap del match non si perde d’animo e giostra al meglio i suoi con i cambi portando a casa tre punti fondamentali.

PEGGIORE IN CAMPO: Calabria

MIGLIORE IN CAMPO: Giroud

Facebook0
Facebook
4
Instagram