ACMILANINSIDE

Dentro il mondo Rossonero

L’impronta americana si nota anche dalle idee per il futuro

1 min read
Cardinale

L’impronta americana si nota anche dalle idee per il futuro, quello che sta vivendo il Milan. Negli ultimi giorni, infatti il Milan ha cambiato ragione sociale, diventando cos’, non solo società sportiva professionista, ma anche organizzatore di eventi. Qui si vede indubbiamente l’impronta del nuovo corso. Cardinale con i suoi collaboratori, vogliono sfruttare il nuovo stadio che verrà costruito. Sarà di proprietà, quindi le spese per gestioni, saranno a carico dei rossoneri, ma questo vale anche per le entrate.

Tolte le partite casalinghe del campionato che sono 19, quelle della Champions e della Coppa Italia, rimane uno stadio vuoto nel periodo di pausa. Qui ecco l’idea, quella di chiedere autorizzazione a svolgere gli eventi di intrattenimento, all’interno della nuova struttura. La volontà sarebbe quella di organizzare 40-45 eventi annuali. Le idee innovative e imprenditoriali sono alla base di tutto, ma oltre a questo ci sono le accettazioni delle proposte, da parte del Comune di Milan. Il nuovo stadio verrà costruito a San Francesco, San Donato. La proposta rischia di far perdere a San Siro ed al Comune della città, l’asset di organizzare eventi di intrattenimento. Noi rimarremo aggiornati, ma il cambio di marcia del Milan è evidente in tutti i campi, non solo sportivo.

LEGGI ANCHE: Pioli: “Abbiamo qualche soluzione in più in fase offensiva”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *