ACMILANINSIDE

Dentro il mondo Rossonero

Milan, una pausa che deve far riflettere

2 min read
Editoriale Direttore Miky

Fonte:acmilaninside.com

Milan, una pausa che deve far riflettere su cosa si vuole diventare: arrivano Fiorentina e Borussia Dortmund per definire il futuro.

Il Milan arriva a questa pausa con il brutto pareggio del Via del Mare dove i rossoneri di mister Stefano Pioli si sono fatti rimontare da 2 a 0 e se non fosse per un “pestone” sarebbero usciti con 0 punti dalla trasferta di Lecce.

Una cosa inaccettabile per una squadra che qualche giorno prima a San Siro era riuscita a sconfiggere il PSG del temutissimo Kylian Mbappe grazie a uno strepitoso Rafael Leao e il solito e instancabile Olivier Giroud, che però al Via del Mare ha perso la testa rimediando una squalifica che gli farà saltare le prossime due partite di campionato.

Questa pausa arriva proprio per schiarire le idee in casa Milan di questo passo non si può andare avanti. Se si è deciso di riconfermare Stefano Pioli bisogna trovare le soluzioni giuste per uscire da questa crisi, e non si parla solo di risultati ma anche di gioco e soprattutto di infortuni.

Una squadra che vuole lottare per i primi posti della classifica non può permettersi di avere fuori sempre 4/5 giocatori ogni singola partita, c’è qualcosa che non va a fondo.

Milan, ora ti giochi la stagione

Milan, una pausa che deve far riflettere

LEGGI ANCHE VIDEO – Milan, che giocatore Olivier Giroud!

Dopo la pausa arriva la Fiorentina e subito dopo il Borussia Dortumund in una sfida fondamentale per il proseguo della stagione, due partite che diranno che cosa vuole diventare il Milan.

Contro la Fiorentina l’attacco dei rossoneri sarà in piena emergenza senza Olivier Giroud squalificato per due giornate e con un Rafael Leao uscito anzi tempo dal Via del Mare e non si sa se recupererà per la sfida contro i viola, gli unici due attaccanti presenti sono Noha Okafor e Luka Jovic.

Negli ultimi giorni si sta parlando della possibilità di portarsi dietro il giovane Francesco Camarda, il baby prodigio della Primavera di mister Ignazio Abate ma ancora non è stata presa una decisione, questa sarà la settimana decisiva per la scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *