ACMILANINSIDE

Dentro il mondo Rossonero

Ex Milan, Rivera: Leao e la numero 10, conta meno di allora.

2 min read

Ex Milan, Rivera: Leao e la numero 10, conta meno di allora

Ex Milan, Rivera: Leao e la numero 10, conta meno di allora. Il Milan una parte bellissima della mia vita da calciatore.

L’ex storico giocatore del Milan Gianni Rivera ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni della “La Gazzetta Dello Sport” pubblicate questa mattina.

Le sue parole sui rossoneri, su Leao ed il futuro:

Mi sono seduto al tavolo a 20 anni. Mi sono alzato a 36, ancora affamato, ma vincendo tanto. Il Milan è stata una grande, bellissima parte della mia vita. Oggi non conosco i piani del Milan, non so i loro programmi. Non chiedetemi pronostici sullo scudetto, non voglio fare brutte figure”.

Leggi anche: Mercato Milan: Giroud rifiuta proposte dalla Saudi League

Ex Milan, Rivera: Leao e la numero 10, conta meno di allora

Su Leao e la scelta del numero di maglia:

“Ora la numero 10 conta meno di allora, perché tutti possono mettere qualsiasi numero. Poi una volta l’ho vista indossata da un portiere. Il mondo è cambiato”.

https://www.instagram.com/p/CwC315CNuwN/

Su il defunto Silvio Berlusconi:

Perché non ho legato con lui? Perché non me l’ha permesso. Perché considerava tutti al suo servizio e nessuno alla sua altezza”.

Infine ha commentato l’addio del Commissario Tecnico della Nazionale, Roberto Mancini:

Mi ha colpito il modo in cui se ne è andato, con una pec. Io CT? Dopo Ventura, si sono opposti a me. Ne avevo parlato con Costacurta, allora vice commissario FIGC, ma mi aveva detto che non avevo esperienza. Aveva ragione, non avevo mai giocato a calcio. Se mi chiamano ora, vado subito. Sono qui, sono libero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *